2 giorni

Italia - Giuda archeologica - Il Molise, Sepino e Pietrabbondante

Giuda archeologica - Il Molise, Sepino e Pietrabbondante

Pasti come da programma | In pullman

Contattaci per maggiori dettagli

Programma

Giorno 1 - Roma / Agnone / Pietrabbondante / Campobasso

In mattinata partenza in pullman per Agnone e breve visita della cittadina con la fonderia pontificia di campane Marinelli, dalla storia millenaria. Merita la dovuta attenzione questa piccolo centro, illustre per vocazione culturale e famoso per la produzione delle campane. Una operosa comunità di veneziani che vi si stabilì in epoche passate ha lasciato traccia in diversi edifici, costruiti secondo i canoni architettonici della città lagunare. Pranzo libero. Nel pomeriggio proseguimento per Pietrabbondante e visita dell’area archeologica. Le campagne di scavo hanno riportato alla luce uno dei più importanti centri religiosi del territorio sannita, costituito da vari edifici di culto del III - II secolo a.C., tra cui un teatro perfettamente conservato. Splendida la posizione panoramica del complesso, posto sopra un'altura. Nel tardo pomeriggio arrivo a Campobasso. Sistemazione, cena e pernottamento in albergo.

Giorno 2 - Campobasso / Petrella Tifernina / Sepino / Roma

Dopo la prima colazione in albergo partenza per Petrella Tifernina, che dall’alto del colle domina tutta la valle del Biferno, e visita della chiesa di San Giorgio del XII - XIII secolo. È considerato uno dei più importanti ed interessanti edifici romanici del Molise per la struttura architettonica e la decorazione scultorea. Poco oltre si trova un altro gioiello di questa terra: la chiesa abbaziale di Santa Maria della Strada del XII secolo. L’isolamento in cui sorge e i boschi di querce che la nascondono alla vista accentuano l'intensità spirituale e il senso di raccoglimento della bella e sobria fabbrica romanica. Pranzo libero. Nel primo pomeriggio partenza per Sepino e visita dell’area archeologica. Le rovine della città romana risalente al I sec. d. C. acquistano una particolare suggestione inserite come sono in un contesto naturale di grande respiro, con boschi di querce secolari cui fanno da corona le brulle montagne del Matese. Delizioso il Teatro romano, incastonato in una corona di edifici rurali del XVIII secolo. Il loro restauro ha permesso l’allestimento di un piccola raccolta museale di reperti archeologici, sistemati con ammirevole cura. In serata rientro a Roma.

Offerte speciali

Una selezione dei nostri viaggi, tutti da scoprire!

Giordania - Pasqua in Giordania